FANDOM


Occhio-del-gabbiano

Un tipico "occhio del gabbiano".

L'occhio del gabbiano è un'espressione coniata nel 2006 da Nicola Vaccarezza ed un fenomeno studiato dagli ornitologi, oltre che un brevetto di N.A.T.I.C.H.E. sfruttato dalla Cavalcare Corporation tramite V.I.Z.I.O. grazie all'impegno imprenditoriale di Patrick Flanagan. E' inoltre uno sport olimpico.

Si tratta dell'espressione terrorizzata assunta dal celebre volatile pochi istanti prima di essere pressovalorizzato per divenire crema idratante per le mani.

Durante il fenomeno l'iride dell'uccello si dilata, assumendo un caratteristico colore nero; la cornea si contrae; la congiuntiva muta colore, assumendo i toni del giallo ocra, del verde smeraldo o del rosso porpora. Nel frattempo di norma il gabbiano urla frasi incomprensibili.

Occhio-del-gabbiano-rilassato

Occhio di gabbiano rilassato, pochi istanti prima della pressovalorizzazione.

Il fenomeno può essere osservato con la massima precisione presso il pericolosissimo Oceano Atlantico, ove scorrazzano i feroci sommergibili della Cavalcare Corporation e dove, soprattutto, sono allocate le inesorabili industrie chimiche dirette da Patrick Flanagan.

In ambito artistico l'espressione "occhio del gabbiano" definisce oggi, per antonomasia, le manifestazioni di terrore terminale, allo stesso modo in cui "rosso Tiziano" o "sorriso di Monna Lisa" designano una particolarità cromatica o un'espressione enigmatica.